CHERATOSI ATTINICHE

CHERATOSI ATTINICHE

5 dicembre 2017 by D.ssa Marzia Sgarito0
cheratosi-attiniche.jpg

La cheratosi attinica è una patologia cutanea che tipicamente coinvolge le aree di cute esposte al sole quali cuoio capelluto calvo, volto, decolletè, specialmente in soggetti con…

in soggetti con fototipo chiaro. Le cheratosi attiniche sono molto frequenti in età avanzata, specie nel genere maschile ed i fattori di rischio sono rappresentati dal’ esposizione cronica al sole, dal fototipo chiaro e dall’ immunosoppressione nei trapiantati.
Le cheratosi attiniche si presentano come macule eritematoso e desquamanti, singole o multiple, talvolta pruriginose. La rilevanza clinica delle cheratosi attiniche deriva soprattutto dalla potenziale evoluzione in carcinoma spinocellulare, pertanto si rende necessario un trattamento precoce ed il più possibile esteso anche ella cute circostante che, con ogni probabilità, presenterà anche’ essa alterazioni cellulari avendo subito il medesimo insulto da parte dei raggi UV. la cute fotodanneggiata viene oggi denominata “campo di cancerizzazione” proprio per indicare che la patologia coinvolge sia le aree con cheratosi attiniche evidenti che la cute perilesionale.

TRATTAMENTO DELLE CHERATOSI ATTINICHE

Esistono diversi approcci terapeuti per trattare le cheratosi attiniche.  Le terapie ablative  quali crioterapia, laser terapia, curettage, utili nella rimozione delle singole lesioni, vengono proposte ai pazienti con una o poche cheratosi in assenza di evidente fotodanno .
Per i pazienti che mostrano un evidente fotodanno e multiple cheratiti attiniche risultano più appropriati i trattamenti farmacologici topici in gradi di intervenire su tutto il campo di cancerizzazione; fra tutti i trattamenti farmacologici vi è la terapia fotodinamica day-light che è risultata molto efficace nelle forme lievi-moderate di cheratosi attiniche. Questo trattamento, a differenza della terapia fotodinamica convenzionale, presenta significativi vantaggi per il paziente in termini di durata del trattamento (una singola seduta eventualmente ripetibile dopo tre mesi se necessario), scarsi effetti collaterali, possibilità di trattare aree estese di cute, minor tempo di riparazione cutanea ed infine un gradevole effetto estetico.

D.ssa Marzia Sgarito


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Marzia Sgarito Dermatologa ©2017.