Onicopatie: cosa sono e come si curano!

Onicopatie: cosa sono e come si curano!

6 novembre 2017 by D.ssa Marzia Sgarito0
onicopatie.jpg

Il termine onicopatia si riferisce alle patologie dell’ apparato ungueale; esse riconosco svariate cause come

le malattie congenite, le infezioni, le abitudini di vita, le manipolazioni cosmetiche fino alle patologie internistiche. L’ esatta interpretazione delle onicopatie può presentarsi difficoltosa perché l’ apparato ungueale risponde ai diversi stimoli con un ventaglio ristretto di espressioni cliniche.

Nella pratica clinica tuttavia si riscontrano più di frequente le onicopatie di origine meccanica (conseguenza di pressione ripetuta della lamina ungueale per l’ uso di calzature inadatte) e le onicopatie di natura micotica ( infezioni da funghi).
Comprendere la causa dell’ alterazione dell’ unghia è fondamentale per iniziare tempestivamente il corretto percorso terapeutico.

Le frequentissime ONICOMICOSI sono infezioni della lamina ungueale provocate da funghi cheratinofili chiamati Dermatofiti; coinvolgono più spesso le unghie dei piedi che sono maggiormente esposti alle condizioni favorenti quali umidità e contatto con superfici infette.
Tra i maggiori fattori di rischio ricordiamo: i problemi circolatori, i deficit immunitari, il diabete e l’ età avanzata.
Le onicomicosi inizialmente si manifestano con discromia della lamina coinvolta, cui seguono ispessimento e fragilità ungueale; senza un trattamento adeguato e tempestivo l ‘infezione progredisce determinando una degenerazione estetica dell’ intera unghia. l’ onicomicosi può inoltre favorire l’ ingresso di altri agenti patogeni complicando ulteriormente il quadro clinico.
Il corretto approccio al problema delle onicomicosi è senza dubbi l’ esame micologico che consente di porre una diagnosi di certezza, cui seguirà il trattamento che si avvale di farmaci sistemici e/o locali in base alle valutazioni effettuate dallo specialista. Il risultato finale dipenderà anche e soprattutto dalla corretta adesione al trattamento.
In base alla mia personale esperienza in merito alle onicomicosi, le persone affette inizialmente sottovalutano il problema, forse per l’ assenza di fastidi o dolore, ma per il progressivo deterioramento della’ unghia il paziente arriva prima o dopo a sperimentare un profondo disagio soprattutto se sono coinvolte le mani; rivolgersi al farmacista per acquistare una lacca ungueale antimicotica è il passo “falso” successivo. Dopo parecchi mesi di trattamenti costosi ed inefficaci il paziente decide di consultare lo Specialista Dermatologo.

D.ssa Marzia Sgarito


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Marzia Sgarito Dermatologa ©2017.