Melasma: questo illustre sconosciuto!

Melasma: questo illustre sconosciuto!

6 novembre 2017 by D.ssa Marzia Sgarito0
melasma2.jpg

Il melasma è una comune ipermelanosi che insorge tipicamente nelle aree fotoesposte del viso.La combinazione tra fattori genetici di predisposizione, influenze ormonali ed esposizione ai raggi UV rappresentano l’ eziopatogenesi del melasma.

Ne favoriscono l’ insorgenza: le pillole anticoncezionali, la gravidanza, le disfunzioni ovariche e tiroidee, le terapie fototossiche e fotoallergiche, i farmaci per l’ epilessia.  Il melasma è più comune nelle donne specialmente durante l’ età fertile e la gravidanza da cui nasce l’ appellativo di “maschera gravidica”. Ne sono maggiormente affette le persone con fototipo scuro. Il melasma si presenta come una o più  macule scure  asimmetriche con bordi irregolari che spesso confluiscono assumendo un aspetto reticolare;  le più frequenti localizzazioni sono quella centrofacciale (63% dei casi), quella malare ( 21%) dei casi equella mandibolare (16%dei casi).  Con l’ ausilio della lampada di Wood è possibile classificare il melasma in: epidermico, dermico e misto; il primo tra questi, cioè il melasma epidermico è quello che risponde meglio ai trattamenti rispetto al melasma dermico dove il pigmento è più profondo.  Nonostante il melasma non abbia alcuna rilevanza patologica, i consulti medici per cercare di risolvere tale inestetismo sono numerosi; Le terapie in grado di offrire risultati tangibili sono quelle che   intervengono sul processo di sintesi della melanina, bloccandolo per un periodo di tempo abbastanza lungo durante il quale lo strato superficiale della cute desquama e porta via con se il pigmento.

D.ssa Marzia Sgarito


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Marzia Sgarito Dermatologa ©2017.